uruknet.info
  اوروكنت.إنفو
     
    informazione dal medio oriente
    information from middle east
    المعلومات من الشرق الأوسط

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 28/08/2019 00:45 ] 8373


english italiano

  [ Subscribe our newsletter!   -   Iscriviti alla nostra newsletter! ]  



I palestinesi fuori dal mondo del lavoro? Israele ci prova


La presenza di lavoratori palestinesi nel settore delle costruzioni danneggia i cittadini israeliani e fa lievitare la disoccupazione. A pensarla a questo modo è il ministero delle Finanze di Tel Aviv che in questi giorni ha presentato una nuova proposta di legge per "ripianare" la situazione. In caso di approvazione della bozza – inserita all’interno della finanziaria 2009 - le aziende edili dello Stato ebraico sarebbero costrette a pagare una tassa annuale per ogni lavoratore palestinese (e immigrato in generale), per un valore di circa mille dollari Usa, l’equivalente di un mese di stipendio minimo...

[8373]



Uruknet on Alexa


End Gaza Siege
End Gaza Siege

>

:: Segnala Uruknet agli amici. Clicka qui.
:: Invite your friends to Uruknet. Click here.




:: Segnalaci un articolo
:: Tell us of an article






I palestinesi fuori dal mondo del lavoro? Israele ci prova

Carlo M. Miele, Osservatorio Iraq

29 agosto 2008

La presenza di lavoratori palestinesi nel settore delle costruzioni danneggia i cittadini israeliani e fa lievitare la disoccupazione. A pensarla a questo modo è il ministero delle Finanze di Tel Aviv che in questi giorni ha presentato una nuova proposta di legge per "ripianare" la situazione.

In caso di approvazione della bozza – inserita all’interno della finanziaria 2009 - le aziende edili dello Stato ebraico sarebbero costrette a pagare una tassa annuale per ogni lavoratore palestinese (e immigrato in generale), per un valore di circa mille dollari Usa, l’equivalente di un mese di stipendio minimo.

Stando alle prime stime almeno 15mila dei lavoratori palestinesi impiegati nel settore rischierebbero di perdere il lavoro, ma in compenso - come ha spigato a Irin News un funzionario del dicastero - si creerebbe "una situazione in cui non vi sia alcuna convenienza nell’assumere lavoratori palestinesi" e "aumenterebbe il numero degli israeliani nella forza lavoro".

Il pronunciamento definitivo del governo è atteso per domenica 31 agosto, mentre a distanza di qualche mese la bozza verrà proposta alla Knesset (il Parlamento) per l’approvazione finale. Ma secondo Hannah Zohar, dell’ong israeliana Workers' Hotline, si tratta solo dell’inizio, ed è probabile che il governo "estenderà (il provvedimento) ad altri settori, non solo all’edilizia".

L’analisi di Zohar ha trovato conferma nelle parole del portavoce del ministero delle Finanze, Shlomi Shefer, secondo cui piano del governo rientra in una strategia politica più ampia volta a favorire l’incremento dei lavoratori israeliani nei cosiddetti "mestieri umili".

A farne le spese sarebbe in primo luogo l’economia palestinese, già pesantemente danneggiata dall’occupazione israeliana.

Già oggi l’ingresso in Israele è interdetto agli abitanti di Gaza, così come a molti palestinesi provenienti dalla Cisgiordania e sprovvisti del permesso necessario.

E sono tante le denunce di abusi e disparità di trattamento nel mondo del lavoro tra palestinesi e israeliani, in particolar modo all’interno delle colonie dove è più difficile far rispettare le leggi in vigore. Workers' Hotline ha reso noto di recente che in una fabbrica israeliana della Cisgiordania ai lavoratori palestinesi veniva pagato solo un terzo del salario minimo: 10 shekel all’ora (2,8 dollari Usa) per gli uomini e 6 shekel (1,68 dollari) per le donne.

In 15 anni, a partire dagli accordi di Oslo, la forza lavoro palestinese impiegata nello Stato ebraico si è ridotta di due terzi, mentre la disoccupazione nei Territori occupati cresce in maniera costante.





:: Article nr. s8373 sent on 31-aug-2008 01:19 ECT

www.uruknet.info?p=s8373

Link: www.osservatorioiraq.it/modules.php?name=News&file=article&sid=6333



:: The views expressed in this article are the sole responsibility of the author and do not necessarily reflect those of this website.

The section for the comments of our readers has been closed, because of many out-of-topics.
Now you can post your own comments into our Facebook page: www.facebook.com/uruknet





       
[ Printable version ] | [ Send it to a friend ]


[ Contatto/Contact ] | [ Home Page ] | [Tutte le notizie/All news ]







Uruknet on Twitter




:: RSS updated to 2.0

:: English
:: Italiano



:: Uruknet for your mobile phone:
www.uruknet.mobi


Uruknet on Facebook






:: Motore di ricerca / Search Engine


uruknet
the web



:: Immagini / Pictures


Initial
Middle




The newsletter archive




L'Impero si è fermato a Bahgdad, by Valeria Poletti


Modulo per ordini




subscribe

:: Newsletter

:: Comments


Haq Agency
Haq Agency - English

Haq Agency - Arabic


AMSI
AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - English

AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - Arabic




Font size
Carattere
1 2 3





:: All events








     

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 28/08/2019 00:45 ]




Uruknet receives daily many hacking attempts. To prevent this, we have 10 websites on 6 servers in different places. So, if the website is slow or it does not answer, you can recall one of the other web sites: www.uruknet.info www.uruknet.de www.uruknet.biz www.uruknet.org.uk www.uruknet.com www.uruknet.org - www.uruknet.it www.uruknet.eu www.uruknet.net www.uruknet.web.at.it




:: This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a 'fair use' of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more info go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond 'fair use', you must obtain permission from the copyright owner.
::  We always mention the author and link the original site and page of every article.
uruknet, uruklink, iraq, uruqlink, iraq, irak, irakeno, iraqui, uruk, uruqlink, saddam hussein, baghdad, mesopotamia, babilonia, uday, qusay, udai, qusai,hussein, feddayn, fedayn saddam, mujaheddin, mojahidin, tarek aziz, chalabi, iraqui, baath, ba'ht, Aljazira, aljazeera, Iraq, Saddam Hussein, Palestina, Sharon, Israele, Nasser, ahram, hayat, sharq awsat, iraqwar,irakwar All pictures

url originale



 

I nostri partner - Our Partners:


TEV S.r.l.

TEV S.r.l.: hosting

www.tev.it

Progetto Niz

niz: news management

www.niz.it

Digitbrand

digitbrand: ".it" domains

www.digitbrand.com

Worlwide Mirror Web-Sites:
www.uruknet.info (Main)
www.uruknet.com
www.uruknet.net
www.uruknet.org
www.uruknet.us (USA)
www.uruknet.su (Soviet Union)
www.uruknet.ru (Russia)
www.uruknet.it (Association)
www.uruknet.web.at.it
www.uruknet.biz
www.uruknet.mobi (For Mobile Phones)
www.uruknet.org.uk (UK)
www.uruknet.de (Germany)
www.uruknet.ir (Iran)
www.uruknet.eu (Europe)
wap.uruknet.info (For Mobile Phones)
rss.uruknet.info (For Rss Feeds)
www.uruknet.tel

Vat Number: IT-97475012153