uruknet.info
  اوروكنت.إنفو
     
    informazione dal medio oriente
    information from middle east
    المعلومات من الشرق الأوسط

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 28/08/2019 00:45 ] 9545


english italiano

  [ Subscribe our newsletter!   -   Iscriviti alla nostra newsletter! ]  




[9545]



Uruknet on Alexa


End Gaza Siege
End Gaza Siege

>

:: Segnala Uruknet agli amici. Clicka qui.
:: Invite your friends to Uruknet. Click here.




:: Segnalaci un articolo
:: Tell us of an article






Israele ha usato il fosforo in modo deliberato e sproporzionato
Pubblicato il rapporto dell'Ong Human Rights Watch sulle munizioni usate contro i civili di Gaza

Naoki Tomasini, Peacereporter

gaza-7854.jpg

28 marzo 2009

Dopo oltre due mesi di approfondite indagini anche Human Rights Watch accusa Israele di uso sproporzionato di munizioni al fosforo bianco, durante l'offensiva Cast Lead contro la Striscia di Gaza.

Durante l'offensiva iniziata a fine dicembre 2008, e terminata con il cessate il fuoco unilaterale lo scorso 18 gennaio, Israele ha negato di utilizzare munizioni al Fosforo Bianco, il codiddetto Willy Pete. Solo dopo la fine dell'invasione ha ammesso di avero impiegato, ma sostenendo di non averlo sparato su aree densamente abitate. Il rapporto presentato ieri ha Hrw smentisce anche questa versione, sostenendo esplicitamente che quel tipo di munizioni è stato usato contro aree densamente popolate in modo "deliberato e sproporzionato". Secondo l'Ong statunitense, l'uso "indiscriminato" del fosforo fatto dall'esercito israeliano ha causato la morte di molti civili innocenti e si configura come "la prova che sono stati commessi crimini di guerra".

Human Rights Watch ha iniziato a indagare sui crimini di guerra commessi a Gaza dall'esercito israeliano già all'indomani della fine delle ostilità. Ci sono però voluti due mesi per unire i dati e confrontare le prove che costituiscono il rapporto di 71 pagine presentato ieri. L'Ong sostiene che l'esercito israeliano conosceva bene il potenziale letale della sostanza, che brucia tutto quello che trova finché è completamente consumata e provoca anche danni agli organi interni. Le bombe al fosforo, chiamate M825, sono munizioni da 155 millimetri che quando esplodono sparano 116 frammenti di fosforo incendiati nel raggio di 125 metri. Il fatto che siano state sparate dall'artiglieria e dall'aviazione su zone abitate - sostiene l'Ong - rivela "una strategia o un modello di condotta piuttosto che un uso accidentale dello stesso". Secondo i manuali militari le munizioni al fosforo bianco servono a creare cortine fumogene per consentire ai soldati di muoversi sul terreno senza essere visti. Secondo il ricercatore di Hrw Fred Adams, tuttavia, i generali israeliani "non hanno usato il fosforo bianco in aree aperte come schermo per le truppe. L'hanno sparato ripetutamente su aree densamente popolate anche quando non c'erano truppe in zona, o quando erano disponibili altri sistemi fumogeni. Il risultato è che i civili hanno sofferto e sono morti senza una ragione".

I ricercatori di Hrw hanno raccolto prove e testimonianze dirette dalla popolazione civile colpita dalla munizioni in questione, dimostrando che sono state usate in aree civili. Uno dei casi più clamorosi è accaduto lo scorso 15 gennaio, durante il bombardamento contro una scuola delle Nazioni Unite a Gaza, dove avevano cercato rifiugio 700 persone terrorizzate dai bombardamenti. Il rapporto rivela che la pioggia di lapilli sull'istituto è durata oltre due ore, durante le quali lo staff dell'Agenzia ha telefonato più volte al comando militare israeliano per chiedere di cessare l'attacco. Lo stesso giorno una bomba al fosforo colpì anche un auto a Tel el Hawa, su cui si trovavano un banchiere la moglie e due figli. Quando giunsero i soccorritori trovarono solo le ossa. Altra drammatica vicenda è quella della famiglia Abu Halima, la cui casa nella zona di Atatra, a nord di Gaza città, fu centrata da un proiettile al fosforo che esplose all'interno uccidendo cinque persone tra cui tre bambini. Human Rights Watch cita pure il documento medico israeliano, di cui ha scritto anche PeaceReporter, che rivela la grande pericolosità della sostanza, capace di provocare la morte anche se la superficie di pelle ustionata è inferiore al 10 percento.

Le munizioni al fosforo bianco sono considerate un arma convenzionale. La Convenzione di Ginevra del 1980 sulle armi incendiarie, tuttavia, stabilisce che l'impiego in zone densamente popolate da civili costituisce un crimine di guerra. L'esercito israeliano replica sostenendo che tali armi non sono catalogate come incendiarie, ma come "armi da usare per schermare". Israele, inoltre, non ha firmato il terzo protocollo della Convenzione e pertanto non può essere incriminato. A poco serviranno allora i rapporti dettagliati di Hrw e, il mese scorso, di Amnesty International. Giovedì 26 l'esercito israeliano ha fatto sapere che l'inchiesta interna sulle accuse collegate all'uso di armi al fosforo è vicina alla conclusione, "ma è già possibile concludere che l'uso fatto dall'Isreli Defence Force è stato conforme alle leggi internazionali".

Naoki Tomasini



:: Article nr. s9545 sent on 29-mar-2009 04:56 ECT

www.uruknet.info?p=s9545

Link: it.peacereporter.net/articolo/14889/Uso+del+fosforo+%22deliberato+e+sproporziona
   to%22




:: The views expressed in this article are the sole responsibility of the author and do not necessarily reflect those of this website.

The section for the comments of our readers has been closed, because of many out-of-topics.
Now you can post your own comments into our Facebook page: www.facebook.com/uruknet




Warning: include(./share/share2.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/content/25/8427425/html/vhosts/uruknet/colonna-centrale-pagina-ansi.php on line 385

Warning: include(): Failed opening './share/share2.php' for inclusion (include_path='.:/usr/local/php5_6/lib/php') in /home/content/25/8427425/html/vhosts/uruknet/colonna-centrale-pagina-ansi.php on line 385



       
[ Printable version ] | [ Send it to a friend ]


[ Contatto/Contact ] | [ Home Page ] | [Tutte le notizie/All news ]







Uruknet on Twitter




:: RSS updated to 2.0

:: English
:: Italiano



:: Uruknet for your mobile phone:
www.uruknet.mobi


Uruknet on Facebook






:: Motore di ricerca / Search Engine


uruknet
the web



:: Immagini / Pictures


Initial
Middle




The newsletter archive




L'Impero si è fermato a Bahgdad, by Valeria Poletti


Modulo per ordini




subscribe

:: Newsletter

:: Comments


Haq Agency
Haq Agency - English

Haq Agency - Arabic


AMSI
AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - English

AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - Arabic




Font size
Carattere
1 2 3





:: All events








     

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 28/08/2019 00:45 ]




Uruknet receives daily many hacking attempts. To prevent this, we have 10 websites on 6 servers in different places. So, if the website is slow or it does not answer, you can recall one of the other web sites: www.uruknet.info www.uruknet.de www.uruknet.biz www.uruknet.org.uk www.uruknet.com www.uruknet.org - www.uruknet.it www.uruknet.eu www.uruknet.net www.uruknet.web.at.it




:: This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a 'fair use' of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more info go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond 'fair use', you must obtain permission from the copyright owner.
::  We always mention the author and link the original site and page of every article.
uruknet, uruklink, iraq, uruqlink, iraq, irak, irakeno, iraqui, uruk, uruqlink, saddam hussein, baghdad, mesopotamia, babilonia, uday, qusay, udai, qusai,hussein, feddayn, fedayn saddam, mujaheddin, mojahidin, tarek aziz, chalabi, iraqui, baath, ba'ht, Aljazira, aljazeera, Iraq, Saddam Hussein, Palestina, Sharon, Israele, Nasser, ahram, hayat, sharq awsat, iraqwar,irakwar All pictures

url originale



 

I nostri partner - Our Partners:


TEV S.r.l.

TEV S.r.l.: hosting

www.tev.it

Progetto Niz

niz: news management

www.niz.it

Digitbrand

digitbrand: ".it" domains

www.digitbrand.com

Worlwide Mirror Web-Sites:
www.uruknet.info (Main)
www.uruknet.com
www.uruknet.net
www.uruknet.org
www.uruknet.us (USA)
www.uruknet.su (Soviet Union)
www.uruknet.ru (Russia)
www.uruknet.it (Association)
www.uruknet.web.at.it
www.uruknet.biz
www.uruknet.mobi (For Mobile Phones)
www.uruknet.org.uk (UK)
www.uruknet.de (Germany)
www.uruknet.ir (Iran)
www.uruknet.eu (Europe)
wap.uruknet.info (For Mobile Phones)
rss.uruknet.info (For Rss Feeds)
www.uruknet.tel

Vat Number: IT-97475012153